Chirurgia estetica

Chirurgia facciale

Il rilassamento dei tessuti molli si sviluppa progressivamente in senso verticale: si può notare un graduale abbassamento delle sopracciglia e dell’angolo esterno degli occhi, le guance e il collo perdono tonicità, si perde la definizione della mandibola, si formano antiestetiche pieghe ai lati della bocca.

 

Procedimento

Il lifting consiste nel sollevamento e riposizionamento dei tessuti molli che si trovano al di sotto della cute del volto e del collo, eliminando l’eccesso di tessuto cutaneo e adiposo. Oltre al riposizionamento dei tessuti molli è possibile ripristinare i volumi mediante lipofilling o con particolari tecniche di rimodellamento dello strato muscolo-aponeurotico (SMAS). Le cicatrici vengono nascoste tra i capelli e all’interno del padiglione auricolare affinchè risultino quasi impercettibili.

 

Recupero: 2 settimane

 

Degenza: 24h

  • Lifting del collo

L’invecchiamento, il sovrappeso o una determinata costituzione fisica possono favorire il rilassamento della pelle del collo. L’accumulo di tessuto adiposo, il cosiddetto doppio mento, comporta la perdita dell’armonia dell’ovale del volto. Con una tecnica poco invasiva, il lifting cervicale consente di ridefinire l’angolo della mandibola e il profilo del collo.

 

Procedimento

Attraverso delle incisioni posizionate dietro le orecchie, il muscolo del collo viene rimesso in tensione e l’eccesso cutaneo viene asportato. In caso di doppio mento il lifting cervicale può essere associato a liposuzione per ottimizzare il risultato.

 

Recupero: 7 giorni

 

Degenza: 24 h

  • Lifting

 
 
  • Lifting con fili Silhouette Soft

E’ una procedura particolarmente adatta per la persona che non desidera sottoporsi a una procedura invasiva. Ridona al paziente un aspetto fresco e naturale senza cicatrici. E’ un trattamento indicato quando è presente un leggero rilassamento cutaneo. Per quei pazienti in cui è necessario rimuovere una significativa quantità di pelle o che desiderano un risultato più duraturo è preferibile optare per il trattamento chirurgico.

 

Procedura

In anestesia locale, i tessuti molli del collo e del volto vengono sollevati mediante l’ inserimento in sede sottocutanea di fili di sutura riassorbibili provvisti di microconi. I tessuti molli del collo e delle guance vengono così ricollocati nella posizione originaria, il materiale di cui sono costituiti i fili viene riassorbito completamente nell’arco di 1-2 anni.

 

Recupero: 24h

 

Ricovero: non necessario

  • Blefaroplastica

Un aspetto stanco dello sguardo è spesso legato a un eccesso di cute a livello delle palpebre superiori o alla comparsa di borse a livello delle palpebre inferiori. La blefaroplastica è un intervento poco invasivo che consente di ottenere uno sguardo più riposato e fresco.

 

Procedimento

Generalmente effettuata in anestesia locale, la blefaroplastica superiore consiste nell’asportazione dell’eccesso cutaneo e delle eventuali ernie adipose mediante un’ incisione collocata nel solco palpebrale. La blefaroplastica inferiore, attraverso un’incisione collocata in prossimità delle ciglia,  permette di eliminare le borse e di distendere la pelle. Nei pazienti più giovani, che per costituzione presentano borse a livello delle palpebre inferiori può essere indicata la blefaroplastica transcongiuntivale, un’incisione praticata lungo il fornice congiuntivale inferiore risulterà totalmente invisibile. L’intervento di blefaroplastica, a meno che non venga espressamente richiesto, non modifica il taglio degli occhi. Se desiderato, associando all’intervento di blefaroplastica la cantopessi,  l’angolo esterno dell’occhio potrà essere allungato verso l’alto.

 

Recupero: dai 5 ai 7 giorni

 

Ricovero: non necessario

  • Lifting del sopracciglio

Con gli anni le sopracciglia tendono lievemente ad abbassarsi appesantendo lo sguardo, il sollevamento della coda o dell’intero sopracciglio formano parte essenziale delle tecniche di ringiovanimento della zona periorbitaria. Il sollevamento della coda del sopracciglio può essere ottenuto mediante iniezioni periodiche di tossina botulica, o mediante l’inserimento di fili Silhouette soft. Per un risultato più evidente e di lunga durata il sopracciglio può essere sollevato mediante il lifting diretto.

 

Procedimento

Attraverso un’incisione praticata in prossimità del margine superiore del sopracciglio, lo stesso viene sollevato e fissato nella posizione desiderata. La cicatrice risulterà quasi impercettibile.

 

Recupero: 1 giorno

 

Ricovero: non necessario

  • Rinoplastica

Un naso prominente, un profilo aquilino o una punta eccessivamente bulbosa possono essere corretti mediante l’intervento di rinoplastica, che consente di rimodellare l’estetica del naso riducendone il volume, eliminando la gobba o affinandone la punta, creando un’armonia naturale con il resto del volto.

 

Procedimento

L’intervento viene generalmente effettuato con tecnica endonasale, mediante incisioni completamente nascoste all’interno del naso. Meno frequentemente, come nel caso di rinoplastiche secondarie o  a seguito di gravi traumi nasali, può essere indicata la tecnica open, che prevede un’ incisione esterna a livello della columella. Dopo l’intervento viene applicata esternamente una contenzione metallica da mantenere in sede per 10 giorni circa. Nella maggior parte dei casi non viene applicato tamponamento nasale.

 

Recupero: 10 giorni

 

Ricovero: 12-24h

  • Otoplastica

Le cosidette orecchie a ventola, spesso fonte di complessi sia nei bambini che negli adulti, possono essere corrette mediante l’intervento di otoplastica, semplice operazione che può essere effettuata in anestesia locale a partire dai 9 anni di età.

  

Procedimento

Mediante un’ incisione dietro il padiglione auricolare è possibile rimodellare la cartilagine riducendo la prominenza della conca e ridefinendo la piega dell’antelice in modo permanente. Nelle donne mature in cui spesso si può apprezzare anche un allungamento del lobo auricolare può essere associata anche la riduzione del lobo mediante una piccola resezione.

 

Recupero: 4 giorni

 

Ricovero: non necessario

  • Lifting del labbro superiore

Un labbro superiore corto è di solito l’espressione di un aspetto giovanile e piacevole. Il lifting del labbro superiore è un intervento semplice e veloce che consente di accorciare la distanza tra il naso e il labbro superiore, scoprendo leggermente i denti.

 

Procedimento

In anestesia locale, il labbro superiore viene sollevato mediante una resezione cutanea praticata alla base del naso. Per effetto della lieve rotazione verso l’esterno determinata dal lifting, il volume del labbro apparirà leggermente incrementato. Un maggior aumento di volume, se desiderato, potrà essere ottenuto associando in un secondo tempo, un riempimento temporaneo con filler a base di acido ialuronico o permanente con innesto adiposo (lipofilling).

 

Recupero: 3 giorni

 

Ricovero: non necessario

Chirurgia mammaria

Molte donne sono poco soddisfatte del volume del proprio seno, per costituzione, dopo aver allattato o per cambiamenti significativi di peso. La mastoplastica addittiva consente di aumentare il volume del seno restituendo armonia alla silhouette corporea. Devono essere presi in considerazione diversi fattori: il tipo di protesi, rotonda o anatomica, la sede d’impianto, retroghiandolare o parzialmente retromuscolare (dual plane) e la via d’accesso, areolare o a livello del solco sottomammario. Il primo incontro sarà dedicato a pianificare il tipo di intervento più adatto a soddisfare le richieste e i desideri della paziente.

Procedimento

L’intervento di mastoplastica additiva viene effettuato in anestesia generale, consiste nell’impianto di protesi mammarie in gel di silicone coesivo. Le protesi utilizzate sono approvate dal severo organo di controllo FDA che consente l’immissione in commercio di dispositivi medici solo dopo accurati studi clinici sulla sicurezza. Per almeno 3-4 settimane è consigliabile evitare sforzi fisici.

 

Recupero: 7 giorni

 

Ricovero: 12-24h

  • Mastoplastica additiva

  • Mastopessi

L’intervento di mastopessi consente di sollevare e ridare turgore al seno rilassato e atrofico.

 

Procedimento

Il trattamento chirurgico, in anestesia generale, eleva e rimodella il seno senza modificarne il volume e senza l’ausilio di impianto protesico. In alcuni casi, se si desidera anche aumentarne il volume, è possibile  ricorrere all’impianto di una protesi mammaria. L’estensione delle cicatrici dipende dall’entità del rilassamento, durante il primo incontro verrà selezionata la  tecnica più indicata.

 

Recupero: 5 giorni

 

Ricovero: 12-24h

  • Asimmetria mammaria e  mammella tuberosa

Quando le mammelle si sviluppano in modo differente per forma e/o volume, il seno risulta disarmonico e, nel caso di significativa differenza di volume,  può determinare un problema funzionale. La mammella tuberosa invece è il risultato di uno scarso o mancato sviluppo del polo inferiore della ghiandola, la maggior parte del tessuto mammario risulta erniato nella zona retroaerolare.

 

Procedura

Per correggere l’asimmetria mammaria è in genere necessario intervenire su entrambe le mammelle realizzando una combinazione di chirurgia di aumento e riduzione, o mediante rimodellamento. La mammella tuberosa viene invece corretta mediante la riduzione dell’areola e il polo inferiore viene rimodellato mediante l’espansione del tessuto ghiandolare e l’inserimento di un impianto protesico.

 

Recupero: 7 giorni

 

Ricovero: 24h

  • Mastoplastica riduttiva

Un seno particolarmente voluminoso può determinare problemi funzionali come dolori alla schiena e alle spalle, può rendere difficoltoso praticare un’attività sportiva o può essere fonte di complessi.

 

Procedimento

L’intervento chirurgico, in anestesia generale, solleva e riduce il seno. E’ importante stabilire durante il primo incontro di quanto sia possibile ridurre il volume e la distribuzione delle cicatrici.

 

Recupero: 7 giorni

 

Ricovero: 24h

Chirurgia del corpo
  • Liposuzione e liposcultura

Permette di trattare adiposità localizzate che tendono a non migliorare nè con la dieta nè con l’esercizio fisico. In questi casi è possibile, con un intervento poco invasivo, aspirare il grasso restituendo armonia alla silhouette.

 

Procedimento

Attraverso piccole incisioni cutanee di circa 3 mm si introduce una sottile cannula che permette di aspirare il tessuto adiposo rimodellando le zone critiche. A seconda dell’estensione e del volume delle aree da trattare viene stabilito il tipo di anestesia più indicato. Dopo l’intervento di liposcultura è consigliato indossare delle guaine compressive per almeno 4 settimane.

 

Zone

Collo, braccia, ginecomastia (mammelle nell’uomo), addome, fianchi, dorso, trocanteri (culottes de cheval), cosce e interno cosce,  ginocchia, gambe e caviglie

 

Recupero: da 24h a 7 giorni

 

Ricovero: 12-24h, non necessario se minilipo in anestesia locale

Intervento indicato per trattare la distensione della muscolatura addominale e la flaccidità cutanea.

 

Procedimento

Attraverso un’incisione che rimarrà nascosta al di sotto di un normale slip viene rimossa la pelle e il tessuto adiposo in eccesso, la muscolatura viene rimessa in tensione mediante delle suture interne. Può essere associata a liposcultura dei fianchi e della zona addominale alta. Il risultato è un ventre liscio e piano e il girovita ridotto.

 

Recupero: 3 settimane

 

Ricovero: 24h

  • Addominoplastica

  • Lifting delle braccia

Con gli anni, in genere in persone con la pelle poco elastica, la parte interna del braccio tende a rilassarsi eccessivamente e non esistono esercizi che permettano di migliorare significativamente questo inestetismo.

 

Procedimento

La pelle e il tessuto adiposo in eccesso vengono asportati rimodellando interamente il braccio. L’intervento di lifting del braccio prevede un’incisione estesa dall’ascella sino al gomito che lascerà una cicatrice lineare, in genere poco visibile.

 

Recupero: 2 settimane

 

Ricovero: 12-24h

  • Lifting delle cosce

L’interno coscia è un punto critico in cui la pelle facilmente tende a perdere tonicità. Il lifting delle cosce permette di migliorare in modo significativo questo inestetismo.

 

Procedimento

La pelle e il tessuto adiposo in eccesso vengono asportati mediante un’incisione collocata nella zona inguinale, tra le grandi labbra e i glutei. Solo in caso di notevoli quantità di pelle in eccesso, come può verificarsi a seguito di una drastica perdita di peso, può rendersi necessario praticare un’incisione estesa dall’inguine sino al ginocchio.

 

Recupero: 2 settimane

 

Ricovero: 24h

  • Lifting delle cosce

  • Chirurgia intima femminile

Con il passare degli anni o per costituzione le piccole labbra possono presentarsi ipertrofiche o asimmetriche determinando disagio e fastidi durante il rapporto. Al contrario le grandi labbra, specie dopo la menopausa, possono perdere turgore e andare incontro ad atrofia.

 

 

Procedimento

In anestesia locale con un semplice intervento le piccole labbra possono essere rimodellate e ridotte, le grandi labbra invece possono ritrovare il turgore e il volume originario mediante iniezioni periodiche di acido ialuronico, da ripetere una volta all’anno, o per un risultato duraturo, mediante iniezione di tessuto adiposo.

 

Recupero: 7 giorni

 

Ricovero: non necessario

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

# Trattamenti

© 2017 by IC

Per informazioni  +39.030.2942437

P.IVA: 03857890986