# Approfondimenti

Rinoplastica-

La rinoplastica è una operazione chirurgica che ha l’obiettivo di modificare la struttura del naso, riducendone le dimensioni, correggendo il profilo e modificando la forma e la posizione della punta, adattandola al volto affinchè le proporzioni risultino più armoniche ed estetiche. L'obiettivo non è tanto di ottenere un naso predefinito perché il risultato dipende da svariati fattori quali la struttura anatomica di partenza, la qualità e lo spessore della cute, l'eventuale storia di traumi o pregressi interventi di rinoplastica, ma di ottenere un naso che si armonizzi nel modo più naturale con il resto del volto, ogni singolo caso richiede pertanto una soluzione diversa.

Generalmente vengono effettuati almeno 2 colloqui, in occasione della prima visita, oltre alla valutazione clinica del paziente, vengono scattate delle fotografie standard che serviranno per elaborare un progetto preoperatorio in forma di render. In occasione del secondo colloquio verrà illustrato il progetto preoperatorio con una o più simulazioni del risultato in modo tale da definire quali siano le reali aspettative del paziente e le possibilità chirurgiche.

La chirurgia si realizza attraverso incisioni praticate all’interno delle narici, pertanto non esiste alcuna cicatrice visibile esternamente (tecnica chiusa), solo in rare occasioni è necessario praticare una piccola incisione al livello della columella (tecnica aperta) o alla base delle narici per ridurne l’ampiezza. Quando coesiste una difficoltà respiratoria è necessario correggere anche il setto correggendone la deviazioni o le irregolarità o riducendo il volume dei turbinati.

L’intervento viene generalmente praticato in anestesia generale o in sedazione con anestesia locale per procedure limitate, esempio rinoplastica della punta. L’intervento dura all’incirca 90 minuti e viene effettuato in regime day hospital.

Al termine dell’intervento di rinoplastica viene applicato estenamente uno splint di contenzione da mantenere in genere per 5-10 giorni, i tamponi nasali vengono applicati solo dopo procedure sul setto, in genere laddove non sia necessario effettuare anche una settoplastica non inserisco tamponi nasali, riducendo enormemente il disagio postoperatorio.

Nel postoperatorio è normale presentare un certo grado di edema e possibili ecchimosi, risolvibili in media in 8-10 giorni.

Il risultato è immediatamente evidente alla rimozione dello splint metallico, la completa stabilizzazione può richiedere comunque dai 6 mesi a un anno.

A causa delle variabili durante la fase di cicatrizzazione questo tipo di chirurgia può prevedere la necessità di un ritocco, normalmente non effettuabile prima che siano passati almeno 6 mesi.

Indicazioni preoperatorie

- non assumere cibi liquidi e/o solidi nelle 6 ore antecedenti all’operazione

- non assumere antiaggreganti o anticoagulanti nella settimana antecedente all’operazione

- non applicare make up, creme o smalto

- rimovere gli oggetti metallici, lenti a contatto, protesi dentali

- indossare abbigliamento comodo e ampio

Indicazioni post-operatorie

- Evitare di soffiare il naso, vengono prescritte soluzioni e gel per il lavaggio quotidiano

- Evitare l'attività sportiva per almeno 3 settimane

- Evitare indumenti stretti, occhiali da vista o da sole con montatura pesante per almeno 1 mese

- Evitare traumi

- I primi giorni è consigliabile dormire con un paio di cuscini sotto la testa

Alcuni casi clinici

Caso 1, richiesta una modifica discreta

Caso 2, richiesta una modifica sostanziale

Caso 3, 10 giorni dopo l'intervento, è già apprezzabile il sostanziale miglioramento

Post in evidenza
Post recenti

Per informazioni  +39.030.2942437

P.IVA: 03857890986

© 2017 by IC